IL VOLO

martedì 14 marzo ore 21
By Teatro Laura Betti
In Senza categoria
7 Mar, 2017
0 Commenti
1874 Visite

di  Luigi Dadina, Laura  Gambi e Tahar Lamri
con  Tahar Lamri e Luigi Dadina
musicisti  Francesco Giampaoli, Diego Pasini e Lanfranco- Moder- Vicari
regia  Luigi Dadina
musiche  Francesco Giampaoli
testi rap  Lanfranco-Moder-Vicari
scene e costumi  Pietro Fenati e Elvira Mascanzoni
coproduzione  RAVENNA TEATRO – RAVENNA FESTIVAL

Il Volo – La ballata dei picchettini è uno  spettacolo incentrato sulla tragedia della Mecnavi avvenuta trent’anni fa, quando un incendio sulla nave gasiera Elisabetta Montanari, ferma al porto di Ravenna per effettuare delle riparazioni, provocò la morte di tredici persone.

La narrazione de Il Volo parte da Ravenna, investe due storie vere  di morti sul lavoro avvenute a quarant’anni di distanza e si alterna alla musica dal vivo, articolandosi sui tempi ciclici e suggestivi della memoria, sollecitata da un fantasma che ritorna, quello di Domenico Mazzotti, morto sul lavoro nel marzo del 1947. Lui e la sua storia sono stati l’ispirazione primaria di questo lavoro. Una lapide posta sotto l’unica gru rimasta in piedi, alla vecchia darsena di Ravenna, lo ricorda. «Questa lapide – racconta Luigi Dadina – ha iniziato a parlarmi, a dirmi che era giunto il momento di occuparsi di lavoro, di fabbriche, di incidenti, che ero io la persona giusta per farlo».

In scena ci sono due narratori, Tahar Lamri e Luigi Dadina, uno scrittore algerino che vive a Ravenna da molti anni e un attore romagnolo. Assieme a tre musicisti Lanfranco “Moder” Vicari  alla voce, Francesco Giampaoli a basso e percussioni e Diego Pasini  al basso, i due tengono una “conferenza -spettacolo”  che racconta  una storia reale di morti sul lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

facebook comments: