MUTU

21 NOVEMBRE ORE 21
By Teatro Laura Betti
In
17 Set, 2014
0 Commenti
4427 Visite

mutu (7)_foto Marco Ghidelli


 

 

 

 

 

scritto da Aldo Rapè
con Aldo Rapè e Marco Carlino

regia Lauro Versari

Primaquinta – Italia

Abbonamento Politicamente Scorretto 

Coup de coeur du Club de la presse – Miglior Spettacolo Straniero, Festival Avignon Off 2012, Official Selection, Italian Theatre Festival New York 2014

Mutu è la storia di due fratelli, uno prete e l’altro mafioso, ingabbiati nelle loro vesti e nei loro ruoli ma desiderosi di scappare. Il prete e il mafioso: due vocazioni a confronto. Due uomini sotto lo sguardo dello stesso Dio che si ritrovano insieme dopo tanti anni. Muti, muti per anni, muti per fame e per necessità. Fino al giorno in cui la coscienza si risveglia e il sangue comincia a urlare.

Rosario e Salvuccio, il nero e il bianco, due recitecontrapposte, ma con uno stesso fine: evadere, strappandosi tutte le maschere, una ad una, per ritrovarsi fratelli. Ogni uomo può trovare un giorno la possibilità di sentirsi libero, a condizione che sappia rendersi conto di essere in gabbia.
Ma la chiesa e la mafia in Mutu diventano anche pretesto per parlare del male che colpisce i due protagonisti: la solitudine e il vuoto esistenziale del nostro tempo.
La compagnia Prima Quinta nasce nel 2005. Attualmente ha due sedi di lavoro, in Puglia e in Sicilia. Nel 2012 debutta sulla scena internazionale al Festival di Avignone Off ottenendo con Mutu il prestigioso premio come miglior spettacolo straniero.  Prima Quinta segue un percorso di sperimentazione e ricerca, sia in Italia che all’estero conducendo un lavoro costante sulla parola e sul corpo dell’attore e confrontandosi con tematiche sociali.

A seguire
Foyer A. Testoni
NEL NOME DELLE MAFIE
Una conversazione Politicamente scorretta sul rapporto tra Chiesa e criminalità
organizzata. Intervengono gli attori di Mutu e Padre Benito Fusco.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

facebook comments: