Nella stanza di Max

giovedì 18, venerdì 19 febbraio 2016 ore 10
By Teatro Laura Betti
In Senza categoria
6 Gen, 2016
0 Commenti
2756 Visite

Foto Dante Farricella
con Francesco Manenti, Daina Pignatti, Elisabetta di Terlizzi, Laura Tondelli
costumi Laura Pennisi e OroNero Creazioni Modena
oggetti di scena Francesco Manenti
le voci dei mostri Olgaproduzioni
con il sostegno di Unicef Bologna
in collaborazione con Sosta Palmizi Artisti associati e Associazione Ca’ Rossa

Spettacolo ispirato all’Art. 8 della Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza
“Hai diritto ad avere una tua identità”

Età consigliata: 5-10 anni
durata circa 45 minuti
Linguaggio utilizzato: Teatro danza

Max è un bambino come tanti: costruisce, smonta, crea, salta e gioca rumorosamente. La mamma lo richiama, ma lui continua con gran fracasso. Finché la mamma, stufa di non essere ascoltata, sgrida Max e lo manda a letto senza cena. Ora Max è solo nella sua cameretta. Le ombre dei mobili sembrano strane creature sempre più reali e minacciose. Assomigliano ora ad animali ora ad alberi che crescono fino a trasformare la stanza in una foresta, poi in un mare affascinante ed insidioso. Infine in un’isola abitata da strane creature selvagge. Dopo avere vinto con la sola forza dello sguardo, giocato, danzato ed essere diventato re delle creature selvagge, Max sente una grande nostalgia di casa. Un buon profumino lo guida a ritroso fino alla sua stanzetta dove troverà ad attenderlo un buon piatto di minestra calda.
Lo spettacolo si ispira all’opera di Maurice Sendak Nel paese dei mostri selvaggi, e coinvolge direttamente le classi che saranno invitate a costruire, con l’aiuto delle maestre, gli occhi delle creature selvagge e ad imparare alcuni semplici movimenti coi quali, come accade nei flash-mob, i bambini parteciperanno attivamente allo svolgersi dello spettacolo.  Partecipando al momento della danza di Max con i mostri, oltre al grande divertimento, il giovane pubblico porterà a compimento il confronto con le creature selvagge e si sentirà parte creativa dell’intero evento-spettacolo.

Tutte le istruzioni per imparare la coreografia le trovate nel video qui

Mentre qui ci sono le istruzioni per costruire gli occhi dei mostri selvaggi

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

facebook comments: