La scortecata

Set 23rd, 2017

Martedì 23 gennaio ore 21


liberamente tratto da Lo cunto de li cunti di Giambattista Basile
testo e regia Emma Dante
con Salvatore D’Onofrio e Carmine Maringola
produzione Festival di Spoleto 60, Teatro Biondo di Palermo
in collaborazione con Atto Unico / Compagnia Sud Costa Occidentale

La scortecata, la decima fiaba della prima giornata de Lo cunto de li cunti overo lo trattenimiento de
peccerille di Giambattista Basile, narra la storia di un re che s’innamora dalla voce della più anziana
di due sorelle vecchie e brutte. Gabbato dal dito che la vecchia gli mostra dal buco della serratura,
la invita a dormire con lui ma quando s’accorse dell’inganno, la fa gettare giù dalla finestra. Una fata
che passa di là la trasforma in una bellissima ragazza che va in sposa al re. La sorella minore,
invidiosa, si fa tirare via dal corpo tutta la pelle avvizzita per cercare di diventare bella, ma,
naturalmente, ci restò secca.
In una scena vuota due uomini, a cui sono affidati anche i ruoli femminili come nella tradizione del
teatro settecentesco, drammatizzano la fiaba incarnando le due vecchie e il re in un misto di
umorismo, un grottesco ancestrale, volgarità e terrore dedicata, nelle intenzioni di Emma Dante, a
tutti coloro che, nella vita, sono riusciti ad invecchiare senza diventare adulti.

Abbonamento Politicamente scorretto