Teatro Comunale Laura Betti

By Teatro Laura Betti
In News
13 Lug, 2015
0 Commenti
16399 Visite

teatroecomunita

L’edificio che domina Piazza del Popolo, progettato dall’Ing. Carlo Tornelli e costruito nel 1928, fu adibito nei primi tempi a Teatro e Casa del Fascio, anche se la sua struttura semplice e lineare non richiama per nulla i moduli modernisti in voga ai quei tempi. La costruzione è ingentilita da una loggia costruita sul tetto a terrazzo, destinata alle esercitazioni di scherma e agli esercizi ginnici. Ristrutturato negli anni ’60 e negli anni ’80 e oggetto di ulteriori interventi di qualificazione negli ultimi anni, il Teatro dispone di una sala con due ordini di posti (platea e galleria) per 480 posti a sedere complessivi.

Dal 1965 al 2012 il Teatro è stato associato al nome commediografo bolognese Alfredo Testoni (a cui rimane intitolato il Foyer del Teatro), mentre dal 2012 al 2015 è stata adottata la denominazione “Pubblico. Il Teatro di Casalecchio di Reno”.
Nel luglio 2015, nel quadro di una revisione della struttura culturale e gestionale del Teatro Comunale (con il termine della gestione di Emilia Romagna Teatro Fondazione iniziata dal 2005), è stata stabilita la nuova intitolazione a Laura Betti, attrice e cantante nata a Casalecchio di Reno nel 1927 e scomparsa nel 2004. La figura di Laura Betti incarna numerosi aspetti della nuova impostazione culturale del Teatro: la multidisciplinarità, con una carriera tra teatro, cinema e musica; il legame da un lato con Casalecchio e l’area metropolitana, dall’altro con il panorama culturale nazionale e internazionale; l’impegno a essere contemporanea, attenta alle dinamiche di un paese “disattento”, anche attraverso il profondo e duraturo legame con Pier Paolo Pasolini.
Il nuovo logo del “Teatro Comunale Laura Betti” sarà presentato nell’autunno 2015.

Dal 30 giugno 2015 e fino al 30 giugno 2017, la programmazione delle attività teatrali e la gestione del Teatro sono affidate in convenzione ad ATER – Associazione Teatrale Emilia Romagna, che all’interno della riorganizzazione del settore dello spettacolo dal vivo si candida al ruolo di Circuito Teatrale Multidisciplinare per l’ambito della Regione Emilia-Romagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

facebook comments: