Capolavori del balletto russo

martedì 20 marzo, ore 21
By Teatro Laura Betti
In Senza categoria
26 Feb, 2018
0 Commenti
904 Visite

Classical Ballet Gala

Yacobson Ballet di San Pietroburgo
diretto da Andrian Fadeev

Un’ occasione per scoprire o riscoprire l’opera di Leonid Yacobson, oggi considerato un maestro della coreografia del Novecento, nonostante il suo nome non sia ancora così noto al grande pubblico.

Con l’organizzazione di ATER-Associazione Teatrale dell’Emilia-Romagna, il Balletto Yacobson di San Pietroburgo ha preparato per l’occasione il gala Capolavori del balletto russo e il balletto La Bella addormentata, esemplificativi del legame con le radici e dell’apertura alla contemporaneità che caratterizzano oggi la compagnia.

Nello spettacolo di gala dal titolo Capolavori del balletto russo il pubblico scoprirà, tra tante perle del repertorio imperiale e sovietico, Pas de quatre, Valzer viennese, Sextet e Baba Yaga. Sono tra le creazioni più rappresentative nel genere in cui Yacobson meglio dispiegò le proprie doti: la miniatura, breve composizione in sé compiuta, finissima per scrittura, espressiva per contenuto. Una forma tipicamente russa, cui il coreografo regalò fantasia impressiva, la varietà di musiche classiche o del Novecento, le suggestioni delle tante arti e discipline che nutrivano la sua creatività: lo sport, le danze nazionali, i balli da sala. Certo la danza classica, appresa alla Scuola del Teatro Kirov di Leningrado, restava la base di ogni sua creazione ma egli seppe orientarla verso forme estetiche d’avanguardia, felicemente sperimentali, non sempre apprezzate in Unione Sovietica. Lo consideravano invece un maestro leggende del balletto sovietico come Maija Plisetskaja, Natal’ja Makarova, Alla Osipenko, oltre a Mikhail Baryshnikov, che con l’assolo Vestris si affermò vincendo il Concorso di Mosca.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

facebook comments: